Mostra di Matisse e Picasso a NIZZA

Pubblicato in Mostre

"Matisse e Picasso, la commedia della modella" è un tema divertente scelto per una mostra presentata nella villa genovese del XVIII secolo, nel cuore del quartiere Cimiez, a NICE. Non è chiaro cosa aspettarsi, infatti il titolo si riferisce al romanzo di Aragona, Henri MATISSE, pubblicato nel 1971, secondo il documento di presentazione della mostra.

Nell'ambito delle manifestazioni organizzate dal programma culturale "PICASSO-Méditerranée", il Museo Matisse ha scelto di mostrare come MATISSE e PICASSO si siano appropriati del tema della rappresentazione dei loro "modelli" durante la loro carriera.

Dall'autoritratto al ritratto, i due stili sono molto diversi, come si vede subito quando le opere sono presentate nello stesso spazio.

È un peccato che gli storici dell'arte si perdano in eccessive analisi intellettuali "intorno alle modalità del rapporto tra l'artista e il suo modello". "Proiettare, vedere, trasformare, desiderare, possedere, trascendere" sarebbero temi comuni ad entrambi gli artisti sulla questione del "raddoppio dell'atto percettivo"... Rinuncio a cercare di spiegare su uno sfondo di "morfogenesi" e di altri termini per me incomprensibili.

Se riuscite a leggere la descrizione annunciata sul sito web del Museo Matisse, richiamatemi!

Autoritratti

Picasso e il suo modello di poltrona, insieme di profili in cerchio, tavolozza e spazzole

 

Da parte mia, penso che dobbiamo semplicemente immergere la nostra visione nelle loro opere pittoriche, che sono momenti di vita immaginaria che i due mostri sacri dell'arte moderna del XX secolo hanno voluto condividere con noi.

Nonostante i 16 anni di distanza, il loro talento innato e il loro desiderio di segnare la storia dell'arte del XX secolo li aveva uniti in questo ambizioso progetto; ciascuno aveva rispettato il talento dell'altro e questo aneddoto è commovente:

Si scambiarono rispettosamente le loro opere sin dal loro primo incontro nel 1906 a Parigi. Uno sceglie un autoritratto dell'altro e i due dipinti sono qui esposti uno accanto all'altro, il che è abbastanza commovente per noi spettatori, a posteriori.

I colori del sud

Le loro visite regolari nella regione di Nizza, Henri Matisse (1869-1954) a Vence e Pablo Picasso (1881-1973) a Vallauris e poi a Mougins, hanno lasciato tracce della loro joie de vivre e del loro distacco dagli aspetti materiali nei loro dipinti e nelle loro sculture.

È la piccola storia che mette tutto sottosopra: Matisse scopre che stava per partire dopo 8 giorni di maltempo ininterrotto, il cielo azzurro azzurro che troviamo nelle sue vedute dalla finestra della sua camera d'albergo.

Per PICASSO, mentre si trovava ad ANTIBES, decide di andare a Vallauris che organizza la festa dei ceramisti, una domenica... lì incontra la famiglia RAMIE che gli propone di cimentarsi con la ceramica.

Luoghi da visitare

Dopo la morte di Matisse, PICASSO gli rende omaggio e lì di nuovo, è una sequenza emotiva di fronte a questo dipinto che esprime tutto il rispetto di un'eterna amicizia per lo stile colorato di MATISSE.

La sua impronta nella nostra regione è così forte che siamo lieti di tornare nei luoghi dove questi due artisti eccezionali hanno vissuto e lavorato: la Cappella Matisse a Vence, il Museo Picasso ad Antibes.

Gli storici evocano una certa "rivalità" tra loro. Come possiamo parlare di gerarchia? Vediamo due semplici approcci alla creazione che possiamo ammirare sempre più spesso.

 

 

 

 

 

 

Scrivere e premere Invio per cercare

Carrello
Precedente Avanti
Chiudere
Didascalia di prova
La descrizione del test fa così