Cos'è la gemmologia?

Pubblicato in Oggetti preziosi

Tutte le parole complicate sembrano un po' misteriose, prima dei 30 anni non conoscevo il campo della "gemmologia" o della scienza delle gemme. Cosa distingue una pietra da una gemma? L'etimologia ci rimanda alla nozione di pietra preziosa e poi per estensione siamo passati da preziosa a rara.

In parole povere, la gemmologia si concentra sulle specie minerali che possono essere raccolte o montate in gioielli. È un campo molto vasto se si aggiungono anche tutti i materiali di imitazione e sintesi creati dall'uomo in laboratorio perché il gemmologo deve saper distinguere le pietre naturali, da quelle che sono state trattate, da quelle che imitano le pietre naturali, e da quelle che sono state fatte dall'uomo in laboratorio.

Fondamentalmente, ci vogliono molte conoscenze sfaccettate di chimica, fisica e proprietà ottiche per capire la formazione e i trattamenti applicati alle pietre, ma ciò che personalmente mi appassiona di più è la storia delle pietre legate a culture e tradizioni diverse, ai gioielli realizzati in tutte le epoche.

Credetemi, una vita non basta!

Una scienza recente

È nel laboratorio di gemmologia di Marsiglia, centro accreditato della London School of Gemology fondata nel 1908, che ho imparato a osservare queste meraviglie della natura. La sua fondatrice Agata CRISTOL insegna sempre a guardare con attenzione le superfici, a colorare e poi a utilizzare tutti gli strumenti di misura per determinare le specie minerali che abbiamo tra le mani.

In Francia, il piccolo libro "Initiation à la gemmologie" scritto da Hubert LAGACHE nel 1979 è considerato l'opera di riferimento. Padre fondatore dell'insegnamento della gemmologia in Francia, ha trasmesso un vero e proprio impulso scientifico intorno ai giovani gioiellieri e ad altre persone curiose.

In effetti, il nostro territorio non è, in senso stretto, ricco di minerali rari, anche se nelle miniere sono stati trovati e sfruttati oro, zaffiri, quarzi, ma nel 1929 è stato creato a Parigi il Laboratorio francese di Gemmologia, uno dei primi al mondo.

Negli anni '80, su richiesta dei gioiellieri parigini, l'Institut National de Gemmologie ha organizzato, negli anni '80, dei corsi di formazione dedicati al riconoscimento delle pietre, per facilitare i futuri commercianti che si recavano all'estero a cercare i gioielli. Era un ambiente chiuso di avventurosi intenditori.

Alla fine, la gemmologia comprende lo studio di diversi campi che vanno dalla chimica, alla fisica, ai fenomeni ottici, alla storia, alla geografia, all'impatto sui territori, alla geopolitica, e ha il grande merito di coltivare l'amicizia!

Sì, il più grande collezionista che non potrà mai tenere tutte le specie di minerali, sarà scambiato o offerto campioni per saperne di più.

Dare per ricevere è il principio di condivisione che ricevo intorno a questa preziosa comunità riunita presso l'Associazione Francese di Gemmologia.

Entusiasmo per le pietre colorate

Secondo l'articolo pubblicato sul sito web "Le temps", "Le pietre colorate come il rubino e lo zaffiro hanno, dagli anni 2000, i loro prezzi sono aumentati del 500% per il rubino e di oltre il 300% per lo zaffiro e lo smeraldo".

La forte domanda di pietra naturale a fronte della scarsità fa lievitare meccanicamente i prezzi.

Potete trovare "I 10 rubini più costosi del mondo" con un record di oltre 30 milioni di dollari sul sito web di Colostone. Stessa cosa per gli zaffiri e gli smeraldi. Le pietre preziose: diamante, zaffiro, rubino e smeraldo mantengono un posto speciale sul mercato internazionale.

Ma altre gemme meritano la nostra attenzione; come nell'eccezionale vendita a giugno a DROUOT di un lotto di 19,95 carati di granati demantoidi la cui caratteristica si basa solo sul fenomeno ottico chiamato "fuoco" (o dispersione della luce in un gioco di colori) che è più grande del diamante. Si possono vedere inclusioni a forma di "coda di cavallo". Attendiamo con impazienza l'annuncio del prezzo di vendita, stimato in 35.000 euro. Un interessante articolo di Jean Marie Arlabosse, Gem Solid Phas analizza la composizione chimica dei granati verdi e la componente di cromo nella formazione del colore.

I laboratori specializzati in pietre colorate rilevano se la pietra è naturale o trattata e a volte con inclusioni caratteristiche danno il nome della provenienza o addirittura della miniera.

La rarità e l'originalità delle specie minerali (scoperta del più grande meteorite caduto sul nostro territorio più di 55.000 anni fa) alimentano la nostra insaziabile curiosità di comprendere la formazione di questi minerali nel cuore della terra e del cielo, nonché tutto il simbolismo che trasmettono nelle nostre civiltà.

Acquistate la vostra lente d'ingrandimento e partecipate alle numerose fiere di minerali e fossili organizzate nella regione vicino a voi o all'estero.

 

 

 

 

 

Scrivere e premere Invio per cercare

Carrello
Precedente Avanti
Chiudere
Didascalia di prova
La descrizione del test fa così